CUNEO CIVIC CENTER

 

Il progetto per la rigenerazione del frigorifero militare intende ricercare un equilibrio tra la conservazione del carattere massiccio, chiuso ed introverso dall’edificio originario con l’esigenza di realizzare un contenitore pubblico, urbano, flessibile, polivalente e aperto alla città.

Il nuovo edificio, costruito con materiali rinnovabili locali, emerge dal muro sottostante con pareti verticali su cui insiste una copertura inclinata che permette di diminuire l’impatto visivo del nuovo volume sulla piazza e sul cortile interno. Un ampio campo per il solare termico verrà realizzato inserendo attentamente i recettori negli elementi lamellari della copertura in modo tale da non essere visibili dalla pubblica via. Il mantenimento della vecchia massa muraria, oltre a preservare un significativo legame storico con la città, offre anche un’ottima occasione per riproporre in chiave contemporanea il principio costruttivo del frigorifero in terracotta che consente l’abbassamento della temperatura attraverso l’evaporazione controllata nell’intercapedine e il rilascio controllato del calore in accumulo. Il risultato sarà un edificio energeticamente passivo, progettato seguendo le più restrittive certificazioni in materia di energia grigia, che utilizzerà solo energia rinnovabile e che potrà quindi porsi come modello virtuoso per la cittadinanza di Cuneo di contenimento dell’impatto ambientale dalla media attuale di 12 T. di CO2 a 4 T di CO2 per persona annui come previsto dall’accordo di Parigi del 2015.

L’Architettura si rinnova attraverso il suo passato restituendo una memoria viva e attuale di uno luogo significativo della città.

Project information

Status: Competition

Location: Ex-frigo Militare, Cuneo, Italy

Date: 2020

Area: 1898 M²

Client:  Fondazione CRC

Program: Civic Center, exhibition, restaurant, etc.

Project team

 

 

Architect: Dan Dorell and Fabio Introzzi

 

 

 

 

 

BACK

 

 

 

 

 

 

Project